Quali sono gli errori comuni che si commettono nel pittare casa

Quali sono gli errori comuni che si commettono nel pittare casa

Soprattutto nelle aree ad alto traffico, mantenere i muri puliti da sporco, polvere, graffi e schizzi è una battaglia quotidiana. Lavare spesso le pareti può aiutare a tenere a bada segni e macchie, ma il segreto per muri incontaminati risiede in realtà nella vernice. Alcuni colori, tipi di pittura e tecniche di applicazione possono rendere le pareti più sporche e più difficili da pulire. Evita questi comuni errori di pittura per muri che sembrano puliti e rimangono puliti più a lungo. Solo così avrai la possibilità di ottenere delle pareti più belle e più ordinate nell’insieme.

Il colore della vernice è troppo chiaro.

Se sei preoccupato per i muri sporchi, il bianco brillante è forse il colore della vernice meno indulgente. Eventuali segni o macchie risalteranno sulle pareti di colore chiaro. Invece, cerca un colore della vernice neutro di tono medio che possa aiutare a nascondere lo sporco e le imperfezioni. A dirlo è Dee Schlotter, responsabile marketing senior del colore per il marchio di vernici PPG. In particolare dovresti provare a propendere un “greige caldo che può aiutare a mantenere quelle impronte nascoste in aree ad alto traffico come una sala giochi o una cucina”. In alternativa puoi anche optare per un colore freddo neutro che dal sip canto f9rnirà una buona copertura mantenendo la stanza luminosa.

Hai acquistato la vernice più economica che potresti trovare

Per la finitura dall’aspetto più pulito, l’uso di vernice di alta qualità è un must, e talvolta questo ha un prezzo più alto. C’è una grande differenza tra una lattina di vernice che costa 20 euro e una che costa 70 euro. Ad affermarlo è Mike Mundwiller, responsabile dello sviluppo sul campo per Benjamin Moore. “La qualità del prodotto utilizzato influenzerà il risultato e farà la differenza nel modo in cui il prodotto si comporta, si nasconde e dura”. Nelle aree in cui la durabilità è particolarmente importante, come la cucina o il bagno, prendi in considerazione di fare una pazzia su una vernice di alta qualità che offrirà una copertura migliore e una finitura più duratura.

Tendere a scegliero una lucentezza difficile da pulire

La lucentezza o lucentezza di una vernice , che si riferisce a quanto riflettente appare la finitura sul muro, può avere un enorme effetto sulla pulizia delle pareti. In generale, le finiture più lucide, comprese quelle semilucide e lucide, sono più facili da pulire a causa della loro durata. Una superficie più lucida resisterà meglio a una pulizia frequente, quindi queste lucenti funzionano bene su finiture e mobili da cucina. Il lavaggio di pareti con una lucentezza piatta o opaca, d’altra parte, richiederà un tocco delicato, poiché alcuni prodotti per la pulizia e uno strofinamento vigoroso possono danneggiare la finitura. Le vernici antiriflesso funzionano meglio in aree a basso traffico che non raccolgono troppi graffi o schizzi.

Tuttavia, è importante notare che la vernice lucida è meno indulgente rispetto alle finiture piatte quando si tratta di imperfezioni come fori di chiodi, ammaccature, crepe o macchie. “Poiché le finiture lucide riflettono la luce e possono accentuare le imperfezioni, evita di usarle su aree che non sono completamente lisce”, afferma Mundwiller. Se le tue pareti hanno difetti che vorresti mascherare, opta per una finitura più piatta per un aspetto più pulito.

Non hai preparato adeguatamente i muri prima di dipingere

Il lavoro di preparazione è fondamentale per ottenere una finitura nitida e la pulizia delle pareti è il primo passo. Utilizzare una soluzione di fosfato trisodico (TSP) (che puoi facilmente trovare in commercio anche sul web) per pulire le pareti e rimuovere polvere o sporco prima di dipingere . Considera l’applicazione del primer per aiutare la vernice ad aderire correttamente. Il primer è particolarmente utile se stai coprendo le macchie superficiali, come macchie d’acqua o macchie di fumo. Una mano di fondo di primer aiuta a creare una lavagna vuota in modo che il colore della vernice non combatta le macchie sottostanti.

Hai usato gli strumenti di pittura sbagliati

Un pennello non si adatta a tutti i lavori di verniciatura. “Gli strumenti utilizzati spesso fanno la differenza tra un lavoro facile che sembra fantastico e un lavoro duro che non sembra così buono quando è finito”, dice Mundwiller. Presta molta attenzione al pennello o al rullo consigliato per la vernice che stai utilizzando. Lo strumento migliore per il tuo progetto di pittura dipende anche dal tipo di superficie.

Ad esempio, l’utilizzo di un rullo di 3/4 di centimetri su pareti in gesso liscio può creare una struttura a buccia d’arancia che sarà più difficile da mantenere pulita. In generale, le superfici lisce richiedono rulli con un pelo sottile, mentre le trame più ruvide, come i muri di mattoni, richiedono rulli a trama fitta che possono contenere più vernice e entrare nelle fessure. Prova ad evitare questi errori e a seguire i seguenti consigli per ottenere un lavoro fatto ad hoc.