Quali le prossime tendenze del 2022

Quali le prossime tendenze del 2022

Quasi due anni di blocchi intermittenti ci hanno trasformato tutti in corpi di casa. Ma mentre emergiamo provvisoriamente dai nostri bozzoli, potremmo chiederci cosa ha in serbo il futuro per il design. L’interruzione delle nostre routine a causa della pandemia ha trasformato radicalmente il modo in cui lavoriamo e viviamo a casa e le tendenze del designe le innovazioni dell’anno a venire rifletteranno tutti questi cambiamenti, forse in modo permanente. La casa può essere più che mai un rifugio, ma più tempo abbiamo passato a fissare le pareti, più molti di noi sono diventati visivamente irrequieti e desiderosi di apportare modifiche ai nostri interni.

Grazie a Zoom, abbiamo invitato innumerevoli colleghi, amici e famiglia per una sbirciata virtuale nei nostri spazi personali, ma molti di noi sono solo provvisoriamente un passo indietro nella vita reale intrattenere . Sappiamo com’era il “prima” a casa, che ne dici del “dopo”? Abbiamo contattato gli esperti per scoprirlo.

I colori

Ti chiedi quali colori potrebbero calmarci, ispirarci o farci sentire radicati nelle nostre case? Le sfide degli ultimi due anni hanno inaugurato “un cambiamento epocale nel modo in cui utilizziamo i colori in casa”, osservando che i neutri sembrano cedere il passo a Colori decisi e distintivi che conferiscono ai nostri spazi interni una certa forza di carattere.

Ma non aspettarti che gli interni diventino neon: “I colori che useremo saranno forti ma modesti, che si adattano sia al modo in cui ci sentiamo ora sia alle vite più semplici che stiamo conducendo dopo un anno di turbolenze”, prevede Studholme. Dice che i colori che evocano l’arte e l’artigianato popolare – tonalità gioiello – conferiscono agli interni una sorta di radicamento in quello che lei definisce il “carattere modesto” e le virtù della vita semplice. “La funzione va di pari passo con l’ornamento”, spiega, “E, naturalmente, siamo ancora particolarmente attratti dai colori che riflettono il mondo naturale e ci fanno sentire al sicuro. Continueremo a vedere l’uso del verde nel collegare l’esterno con l’interno”.

Su questo punto, la previsione è in linea con quella della maggior parte dei principali marchi di vernici, le cui scelte per il colore dell’anno 2022 ricordano l’interno verdeggiante di una lussureggiante serra. La distinzione tra spazi professionali e domestici, un tempo sacrosanta, è ora sfocata. Questi cambiamenti nel modo in cui abbiamo usato le nostre sfere personali stanno, nelle sue parole, “sfidando le idee tradizionali di proprietà e spazio privato”.

Tutta apparenza

Un gruppo per il quale è probabile che la trasparenza e la flessibilità rimangano qui sono le famiglie con più generazioni sotto lo stesso tetto. Esisterà un nuovo tipo di franchezza quando si tratta di ciò che appare su Zoom e di come le persone si destreggiano tra le esigenze in competizione nelle loro case. “Questo fenomeno ha portato i bambini e le loro cose molto nel quadro, un’altra ragione per impiegare mobili nomadi.

Mobili artigianali

Un altro forte impulso tra designer e collezionisti è il desiderio di circondarsi di oggetti fatti a mano e artigianali, vecchi e nuovi. Ultimamente c’è “un interesse per gli oggetti fatti a mano e artigianali, raccolti nel tempo, quindi c’è più potenziale nella personalità di un proprietario di casa che emerge attraverso gli oggetti di cui si circonda .” In un certo senso, è dovuto all’unicità e al tocco personale di ogni cosa: “Forse questo risale a quanto siamo consapevoli della nostra umanità in questo momento [a causa della pandemia]: questi oggetti con cui viviamo sono fatti da persone reali.

L’aspetto artigianale si manifesta anche nei dettagli architettonici che compongono una casa. Oggetti e piastrelle in ceramica dai colori vivaci non scompariranno presto alla vista. Una tendenza emergente sono le piastrelle utilizzate come rifiniture per pareti o pareti d’accento. Sembra l’evoluzione degli oggetti in ceramica e l’idea di aggiungere tocchi fatti a mano al tuo spazio.

Materiali riciclati

E il verde non sarà solo per le tue pareti l’anno prossimo: i designer stanno investendo sempre più e sperimentando materiali sostenibili per interrompere il modello diretto alla discarica in ogni modo possibile.

È la pratica di indagare e utilizzare nuovi materiali che possono sostituire la plastica tradizionale e altri materiali dannosi nella progettazione dei prodotti. Il miglior designer che fa questo oggi è Fernando Laposse . Usa il mais indigeno del Messico per fare impiallacciatura e sisal come sottoprodotto dell’industria della tequila per fare panche e altre cose.

Molti studi stanno ripensando ai materiali destinati a usi temporanei o industriali e recuperando i flussi di rifiuti per produrre oggetti domestici sorprendentemente belli.

Il tappeto

Insieme ai processi di produzione rispettosi delle persone e del pianeta, i mobili e le superfici stanno diventando morbidi. Alcuni elementi del decennio glam stanno riemergendo, in particolare sul pavimento. “Il tappeto da parete a parete è stato un tale ostacolo per così tanto tempo e ora sembra di nuovo fresco.

Si tratta di una netta rottura con il cosiddetto design razionale, dove la forma ha storicamente seguito la funzione: “Molti designer invece hanno abbracciato forme surreali, in cui l’oggetto sembra sempre nascere senza mai solidificarsi. Queste pratiche abbracciano il collage, il design animistico, le forme morbide che si fondono e le combinazioni di colori psichedelici”. È questo i, fenomeno del “comfort leggibile”: cose che sembrano semplicemente morbide e invitanti, paffute e arrotondate. E dopo un paio di anni così impegnativi, cosa c’è di megli