Posa parquet: ecco alcuni utili consigli da seguire parquet

Posa parquet: ecco alcuni utili consigli da seguire

Quando si parla del parquet, si fa riferimento a uno dei più diffusi e impiegati rivestimenti per parquet. Si tratta di una soluzione che si adatta a ogni tipo di ambiente, a partire da quello più elegante fino ad arrivare a quello più semplice e minimale.

Il parquet presenta un alto livello di versatilità, visto che si adatta a ogni tipo di stanza o ambiente, non solo privato, ma anche in ambito industriale, come ad esempio per uffici e altri locali del genere. È chiaro che, per questo tipo di attività, serve fare riferimento solo ed esclusivamente a dei professionisti del settore, come parquettisti a Torino.

Eseguire l’operazione di posa del parquet

Per la sistemazione e applicazione del parquet in modo corretto, ci sono diversi fattori che vanno attentamente valutati e considerati. Tra gli altri troviamo, infatti, anche il tipo di essenza legnosa che si è scelto di comprare, senza dimenticare ovviamente la colorazione e la tipologia di listello.

Non solo, dal momento che a fare la differenza è pure il tipo di posa che si sceglie, visto che può avere sviluppo perpendicolare e lineare rispetto non solo alle porte, ma anche alle pareti, ma altrimenti si può anche optare per una posa mista, verticale e un po’ a spina di pesce, giusto per fare un esempio.

Ad ogni modo, per poter valutare in maniera corretta il posizionamento del parquet, la soluzione migliore è quella di avere le idee ben chiare, prima di tutto, in riferimento alla planimetria complessiva della propria abitazione. Infatti, il parquet si va a posare in maniera omogenea su tutto il pavimento dell’ambiente desiderato.

Quando conviene scegliere la posa orizzontale del parquet

Ci sono delle situazioni in cui è sicuramente consigliabile optare per una posa orizzontale del parquet. Ad esempio, nel momento in cui si deve effettuare il rivestimento del pavimento di un’abitazione che presenta una pianta regolare e ambienti decisamente grandi e spaziosi. In tutti questi casi, il consiglio migliore da seguire è quello di scegliere dei listelli da collocare in modo perpendicolare rispetto a pareti e porte, optando per una posa orizzontale.

In riferimento alla posa orizzontale del parquet, è bene mettere in evidenza come siano due le soluzioni da prediligere, ovvero il listello a cassero e il listello perpendicolare, sempre su pianta regolare. L’effetto finale sarà certamente quello di avere un gran numero di listelli che presentano una trama ad alveolo, come è formato il nido delle api per intenderci.

Quando conviene optare per la posa verticale

Il discorso cambia notevolmente nel momento in cui, invece, si ha a che fare con il rivestimento di pavimenti di ambienti piuttosto piccoli, stretti e dalla forma tendenzialmente a rettangolo, in cui c’è un angolo acuto. In questi casi, la soluzione migliore è quella prima di tutto di prendere le corrette misure della stanza, così come la relativa forma, in maniera tale da valutare quale pavimento possa adeguarsi a tale scenario.

Giusto per fare un esempio, sia il corridoio che l’ingresso nell’area giorno, nella maggior parte dei casi, sono ambienti decisamente stretti. Ecco spiegato il motivo per cui, in questi casi, conviene sempre scegliere un pavimento con tasselli che presentano un’inclinazione pari a 60 oppure 80 gradi. Lo stesso discorso, in fondo, vale anche per tutti quegli ambienti della casa che presentano una pianta ortogonale, non regolare o squadrata. Lo stile verticale può senz’altro dare l’impressione di ridare nuovo ordine ed essenzialità all’intero ambiente in cui si sceglie di adottare tale soluzione. Ci sono degli stili che sono ancora più inclinati in senso verticale, come ad esempio quello a spina di pesce oppure quello denominato a spina ungherese, che senz’altro sono in grado di garantire un tocco finale di maggiore impatto.