Mobili da esterno, cosa sapere

Mobili da esterno, cosa sapere

Il tuo giardino è un’oasi. È una fuga perfetta per crogiolarsi al sole sul galleggiante della piscina con guscio di ostriche glamour o per aggiungere un nuovo miscelatore per cocktail al carrello del bar all’aperto . L’elemento chiave per godersi il proprio spazio all’aperto, però, è attraverso i mobili. (Cos’è un cortile senza un grande spazio per sdraiarsi!?) Dalla ricerca del miglior tessuto per il tuo divano da esterno all’investigazione di una capanna perfetta, sappiamo che i mobili da esterno sono un investimento che prende in seria considerazione e attenzione. C’è così tanto da sapere sulla creazione della tua fetta personale di paradiso all’aperto, che tu ami ospitare favolose cene o desideri una giornata dedicata alla cura di te stesso comodamente da casa tua.

Quindi ecco! La nostra guida all’acquisto di mobili da esterno è una carrellata per fare il miglior investimento che tu e i tuoi ospiti godrete dall’estate e oltre.

Quali sono i materiali durevoli per i mobili da esterno? Quando dovresti sostituire i tuoi mobili da esterno? Come proteggere i mobili da esterno tutto l’anno? Quali budget per mobili da esterno? Questo è una vera e propria guida all’acquisto di mobili

Quali sono i materiali durevoli per i mobili da esterno?

Per assicurarti che i tuoi mobili da esterno siano abbastanza resistenti da resistere a tempeste reali e resistere alla prova del tempo, è fondamentale esaminare la qualità del materiale.

Il metallo è uno dei materiali più durevoli che puoi scegliere per i mobili da esterno. È forte, ovviamente, e può essere facilmente manipolato per modellare disegni elaborati e intricati. I produttori possono lavorare con molti metalli diversi, creando telai sottili o travi robuste per una pergola. Sia che tu scelga l’ acciaio inossidabile (per prevenire la ruggine), il ferro o l’ alluminio (poiché è conveniente ed è rivestito con vernice protettiva o polvere che salvaguarda i mobili).

Quando si considera come decorare il proprio spazio, il legno è un’altra scelta classica da considerare. Se curato adeguatamente, il legno di teak in particolare sarà resistente alla decomposizione grazie al suo alto livello di oli naturali. Previene anche insetti subdoli e deformazioni. Un’opzione alla moda sono i mobili in rattan , ma se sei preoccupato per i deboli potresti optare per i più resistentivimini interamente in resina.

Manutenzione dei Materiali Classici

Alcuni esperti suggeriscono cosa rendere i considerazione quando si effettuano la manutenzione dei materiali per esterni.

I mobili in legno richiedono molte cure amorevoli. “Il legno offre un ‘aspetto naturale’, ma richiede molta più manutenzione rispetto all’acciaio o all’alluminio”, spiegano gli esperti. “Molti tipi di materiali in legno richiedono una sigillatura ogni tre-sei mesi o si seccano e iniziano a rompersi. Anche il legno naturale come il teak invecchia e diventa grigio dopo alcuni mesi di esposizione al sole”. E se vuoi che sembri di nuovo nuovo? Tira fuori la tua levigatrice.

La maggior parte dei metalli necessita di un rivestimento protettivo. “Il ferro è in genere più pesante dell’alluminio ed è più adatto per installazioni con vento forte e sui tetti. Tuttavia, l’acciaio e il ferro arrugginiscono in condizioni di umidità o umidità. Un trattamento pre-rivestimento di qualità può ritardare la ruggine”, affermano i designer. Si raccomanda di tendere a graffi e ammaccature nella finitura del materiale il più s00n possibile o la ruggine continuerà a diffondersi sotto. E non posizionare mobili in ferro o alluminio nelle piscine con cloro o acqua salata, poiché danneggerebbero la finitura. (Dal lato positivo, la pulizia del metallo con sapone o un detergente delicato è tutto ciò che è richiesto in termini di manutenzione. È possibile applicare una cera per autoveicoli fine per mantenere l’aspetto di una finitura lucida.)

L’alluminio verniciato a polvere è l’opzione più tranquilla . Questo metallo leggero può essere spostato nel tuo giardino e pulito facilmente. Salomone consiglia: “Nelle zone costiere e ad alta salinità, il sale dall’aria deve essere rimosso regolarmente con un panno umido assicurandosi che anche la parte inferiore delle superfici venga pulita o la finitura si ossiderà causando vesciche. Nella maggior parte delle regioni, pulire solo con è necessario sapone o un detergente delicato.”

Il vimini in resina dura più a lungo del vimini a base vegetale . Sebbene si adatti a una vasta gamma di estetiche, il vimini a base vegetale (cioè “reale”) può sbiadire nel tempo a causa dell’esposizione al sole e della pioggia. È meglio tenere questi pezzi al chiuso e coperti quando il tempo è tempestoso, quindi per lo meno, su un portico coperto se all’aperto. Il rovescio della medaglia, il vimini in resina sintetica di alta qualità è resistente alle intemperie e ai raggi UV ed è super facile da pulire.
materiali

Ma da dove cominciare?

Ti stai preparando a costruire l’esperienza outdoor dei tuoi sogni? Quando si tratta di trovare i migliori mobili da esterno , inizia il processo mappando la quantità di spazio che hai. Prima di lasciarsi trasportare dalla gioia di intrattenere gli ospiti all’esterno , tuttavia, Gienger suggerisce di iniziare la ricerca con il tavolo e le sedie.

Un tavolo da pranzo è il punto di partenza migliore per allestire lo spazio del tuo cortile, e probabilmente il [componente] più importante, perché funge da spazio multifunzionale per mangiare, ospitare e raccogliere. Da lì, puoi guardare a porta mobili da salotto per posti a sedere aggiuntivi e raccogli gli spazi nel tuo cortile.