Consigli per dipingere in autonomia una stanza

Consigli per dipingere in autonomia una stanza

Dicono che non c’è niente di così noioso che guardare la vernice vecchia e sbiadita. Ma con tutto questo nuovo tempo tra le mani, andare in giro a dipingere una stanza nella tua casa potrebbe essere il prossimo miglior progetto per rimettere a nuovo il design domestico

Se ti senti dal lato produttivo, non aver paura di afferrare i tuoi strumenti, scegliere la vernice e affrontare il progetto da solo. Ecco cosa devi sapere sulla pittura da solo a casa, dalle migliori pratiche di pittura agli errori comuni da evitare.

Di cosa avrai bisogno

Prima di ordinare una tonnellata di nuovi materiali online, prova a cercare alcuni materiali chiave nella tua casa: potresti avere più di quanto pensi e ridurre il numero di ordini online su cui dovrai aspettare. Ecco le basi di cui avrai bisogno:

  • Vernice e primer in uno
  • Rulli per vernice e coperture per rulli
  • Pennello (preferibilmente con setole sintetiche)
  • Griglia o vassoio di vernice
  • Lascia cadere panni o plastica
  • Nastro del pittore o bordo di vernice
  • Raaschietto per stucco  o superficie piana per fissare il nastro da pittore

Prepara lo spazio

Preparare il tuo spazio di lavoro con un panno a caduta o una copertura in plastica è una parte fondamentale del processo. Credito: Getty Images / SDI Productions

Quando si tratta di dipingere una stanza, iniziare con una lavagna pulita è essenziale. Inizia con un adeguato lavoro di preparazione. A meno che tu non stia verniciando cartongesso fresco, sarà necessario un certo livello di preparazione della superficie per ottenere una finitura A + di livello professionale”.

Assicurati che le tue pareti siano completamente pronte per andare raschiando e levigando la vernice incrinata o sbucciata da un precedente lavoro di verniciatura. Rendi le tue pareti pulite (faranno sapone e acqua calda) e rimuovi l’eventuale polvere in eccesso o l’accumulo con un aspirapolvere, se necessario. Lascia che le tue pareti si asciughino completamente durante la notte. Solitamente una sola mano farà il lavoro, purché si utilizzi una vernice autoadescante di alta qualità.

Successivamente, assicurati di avere un panno per coprire l’intero spazio del pavimento per evitare schizzi di vernice indesiderati. Sposta tutti i tuoi mobili al centro della stanza e avvolgili in plastica o una copertura a tua scelta.

Per mantenere le finestre e le pareti senza vernice, ci sono alcuni strumenti che puoi usare. Uno strumento utile è un tagliabordi, un tappetino con ruote di guida che facilita il taglio attorno a finestre e porte. Se non disponi di questo strumento, avrai bisogno del nastro del pittore per proteggere le superfici adiacenti.

Prima di saltare nella vernice stessa, parliamo di primer. Molto probabilmente non avrai bisogno di un primer separato per il lavoro. La maggior parte dei principali marchi di vernici offre vernice e primer in uno e fanno un ottimo lavoro, quindi di solito non è necessario applicare una mano di fondo.

Scegli la finitura, la base e il colore della vernice

Semilucido, opaco, satinato: hai le opzioni di finitura della vernice. La scelta della vernice giusta per te può essere basata su preferenze estetiche e dimensioni della stanza. Per la maggior parte dei lavori di base, DiClerico consiglia una finitura a guscio d’uovo, nota anche come finitura satinata. “È tra opaco e semilucido, quindi è resistente e si indossa bene ma non è troppo lucido”.

Per quanto riguarda le vernici a base acqua o a base di olio, la maggior parte dei progetti di vernici per interni richiede una vernice a base d’acqua, nota anche come vernice al lattice. Le vernici a base di olio contengono tossine, rendendole una scelta più pericolosa per la verniciatura della stanza. In genere, a base di olio viene utilizzato per progetti più piccoli, come la pittura di mobili.

Per scegliere il colore della vernice stesso, puoi acquistare i mazzi di fan del colore per sfogliare i colori da casa tua piuttosto che dal negozio fai-da-te. Un’altra opzione è il download di un’app per la pittura domestica per testare i colori in modo digitale: grandi marchi hanno app a colori disponibili per il download.

Con tutto ciò in mente, non abbiate paura di fare le vostre ricerche e giocare con campioni di vernice. Puoi ordinare i campioni da inviare a casa tua per avere un’idea migliore di quale vernice è adatta alla tua stanza.

Investi nella vernice giusta

Un errore comune che spesso fanno i pittori fai-da-te non è investire nella vernice appropriata per il tuo progetto. Si consiglia di evitare le vernici economiche in quanto tendono ad assottigliarsi. Dovrai applicare due o anche tre costi per ottenere una buona copertura.

Questo non vuol dire che devi rompere il budget per l’acquisto della vernice, evita solo le cose economiche.

Ordina la tua vernice

Per determinare la quantità di vernice necessaria per il lavoro, prova un calcolatore di vernice. È sempre bello avere una vernice extra per i ritocchi, ma non è necessario avere una quantità eccessiva di vernice dopo il completamento del progetto.

Inizia a dipingere

Preparati a mescolare la tua vernice: prendi un bastoncino e inizia a mescolare per assicurarti che tutti gli ingredienti si fondano perfettamente. Assicurati di mescolare regolarmente durante il tuo progetto di pittura.

Quando entri per la prima mano, assicurati di stendere la vernice in eccesso su una griglia o un vassoio per ottenere una copertura uniforme. Usa tratti lunghi con il rullo per coprire la maggior parte del muro, quindi tratti più piccoli e più dettagliati con un pennello per ottenere gli angoli del muro. Solo una mano del colore stesso dovrebbe essere buona. Solitamente una sola mano farà il lavoro, purché si utilizzi una vernice autoadescante di alta qualità.

Questo può sembrare ovvio, ma la pazienza è il trucco per perfezionare un lavoro di verniciatura. Le vernici all’acqua e quelle all’olio hanno tempi di asciugatura consigliati diversi. Una buona regola generale, tuttavia, è aspettare 24 ore per assicurarsi che sia asciutto.