Pareti bianche: come non sottovalutarle

Pareti bianche: come non sottovalutarle

Il bianco è un classico mutaforma e ci sono così tante ragioni per cui resiste come un go-to. Con un po’ di pianificazione, è (quasi) impossibile sbagliare con la stoffa pura o una delle sue morbide tinte per pareti.

È fresco, edificante, amplifica i metri quadrati in ogni direzione e ha un’eleganza senza tempo usata in uno spazio d’epoca o appena coniato.

Se hai un budget limitato, a partire da € 6 al litro al secchio, trovare una vernice bianca di qualità sarà molto più economico che avere un vero colore mescolato in una buona ricetta acrilica. Con una stanza dipinta di bianco con pavimento inoffensivo, puoi scambiare accessori luminosi stagione dopo stagione con colori accesi. Il bianco celebra tutto il resto nella stanza, soprattutto l’architettura. È un compagno perfetto che canta con ogni colore, forte o debole, e fissa nuovi neutri. Può essere bloccato, bloccato o autonomo.

L’inclusione di trame confortevoli e un bianco osso più caldo con sfumature gialle toglie il freddo da questa stanza.Quei bei piani, volumi e cambi di direzione in uno spazio a pianta aperta emergeranno ininterrottamente. L’ombra delicata fornita dalla luce ambientale naturale altera il bianco per delimitare ogni parete indipendente. Il bianco è anche meno incline a trasformarsi in un colore sgradevole e vellutato con illuminazione a LED o alogena.

Architravi, intonaci, rigogliosi bordi di fuoco in marmo: il bianco si toglie educatamente di intralcio dagli arredi audaci e moderni e ogni genere di dettagli di seconda correzione li porta avanti. Le opere d’arte, dai poster economici agli oli senza cornice e impasto, hanno una nuova presenza allestita su pareti bianco puro. Se vuoi concentrarti in modo acuto su una vista, attieniti a un’inquadratura di pareti bianche e persiane che si ritraggono direttamente nella finestra.

Tuttavia, tratta il bianco con rispetto perché offre una certa complessità. Un bianco alto era e rimane curiosamente formale. Distribuito in una stanza schiacciata e noiosa con pochi mobili, potrebbe rivelarsi sterile e stranamente spigoloso. Questo non è un contendente vuoto o una scappatoia estetica.

Le varie nuance di bianco

Il tenero vocabolario del bianco, con l’eccezione della purezza più eterea e bianca come la neve, non è solo bianco, ma una base bianca e macchiata con un cucchiaino di tinta che altera l’impatto. Molti decoratori d’interni creano con sicurezza il loro bianco preferito, la firma. In termini non accademici, stai ancora cercando un colore o una suite di colori. Una volta che hai una sfumatura per il bianco, campionali con i tuoi colori “reali” sulla parete del soggetto. Avrai dozzine di bianchi attenuati su schede di scala di colori in “bianchi sporchi” da testare fisicamente. Ognuno avrà minuscole differenze caratteristiche per adattarsi all’aspetto e all’atmosfera di ogni spazio. Discretamente diversi, i bianco sporco dovrebbero essere trattati come specifici della posizione.

Le famiglie sciolte di bianco sono bianchi caldi, bianchi freddi e una “galleria” incessante o bianco brillante. Con un sottotono giallo o cenere di rose, il tuo bianco può bilanciare una luce leggermente blu da nord o ovest.. Con un tocco di blu o verde e grigio, il bianco freddo può togliere il bagliore dorato del più soleggiato, sud- aree di fronte senza essere freddo e poco invitante.

I toni più caldi sono generalmente i migliori per le stanze in cui trascorri molto tempo, a seconda della luce naturale. Per il romanticismo primaverile, la mia scelta sarebbe Bouquet da sposa Colourtrend nella sua collezione storica d’élite o uno qualsiasi dei suoi bianchi palladiani dorati.

La cucina bianca rimane una delle preferite per ristrutturazioni e nuovi allestimenti ed è un investimento sicuro e a prova di futuro.

Per trovare un bianco veramente puro e immacolato, usa un foglio A4 bianco per fare i tuoi confronti in un test dipinto. Anche blasonati come “brillanti”, i bianchi variano da marca a marca. Il bianco puro può produrre bagliori da far venire l’acquolina in bocca in una stanza esposta a sud con masse di vetri.

Prova, prova, prova per comporre quell’abbagliamento verso l’alto o verso il basso. Non lasciarti guidare dal nome del prodotto che intitolato “bianco” può sfumare in creme al burro, pastelli e grigi.

I bianchi puri e neutri emetteranno luce da ammaccature e depressioni poco profonde, scegli qualcosa con una leggera lucentezza su un super opaco per implementare questo trucco riflettente. Se il soffitto è eccessivamente basso, sposa un bianco sporco alle pareti con un bianco più luminoso al soffitto e viceversa se il soffitto è troppo alto per il tuo comfort in una sala magra.

Contrasta e contieni il colore deciso con la lavorazione del legno bianco e rigido o aumenta la potenza dei toni medi più morbidi combinandoli con il bianco puro. Diventando bianco sporco, prendi l’esempio del produttore, cercando i raggruppamenti suggeriti di sfumature bianche compatibili nella stessa famiglia calda o fredda, a volte tutto ciò di cui avrai bisogno per una stanza con grandi ossa e viste per sempre.

Metti alla prova il colore su ogni parete della stanza e contro i tuoi arredi preferiti. Annota i colori che scegli. Conserva la latta, la cartella colori, il marchio. Ogni colore, compreso il bianco, altererà percettibilmente sia la consistenza che il colore sotto un’intensa luce UV, quindi applicare una correzione annuale a macchia di leopardo dopo diversi anni semplicemente non funzionerà. Laddove devi alterare il colore della parete, rimanendo pallido, il bianco “sbagliato” è proprio il primer giusto per una nuova finitura.

Lucido o opaco?

Quest’anno c’è una tendenza verso un colore di vernice in diverse consistenze da un lucido brillante a un opaco in polvere, un’altra opzione per introdurre una nuova dimensione al tuo sogno tutto bianco. Pareti bianche colorate con legno bianco puro segnano un approccio delicato per le case d’epoca.

Nei trattamenti completamente bianchi con anche il battiscopa cancellato con la lucentezza bianca, gli arredi possono sembrare sospesi, in qualche modo sinistri senza un’ombra sul pavimento. Non attenerti alle regole di decorazione, prova con la vernice reale direttamente sul muro o sulla carta da rivestimento, rimescola quei moodboard e fidati del tuo occhio