Che tipo di luce scegliere quando si lavora a casa luce plan

Che tipo di luce scegliere quando si lavora a casa

Negli ultimi mesi abbiamo dovuto spostare le nostre abitudini lavorative in un ambiente completamente diverso e abbiamo dovuto adattarci rapidamente alle sue nuove condizioni. Ciò ha sollevato preoccupazioni per la nostra salute e produttività quando si tratta di lavorare da casa e ha portato in primo piano una serie di questioni, come i confini tra lavoro e vita personale, gestione del tempo e impegno.

Secondo un rapporto sulle prestazioni al lavoro diffuso da Philips, il modo più utile per pensare alla produttività è in relazione al nostro benessere. I risultati delle loro ricerche suggeriscono che il tuo ambiente di lavoro ha un impatto significativo nel facilitare uno stato d’animo produttivo. Ciò ribadisce l’importanza di considerare il design del proprio spazio di lavoro, prestando particolare attenzione ad aspetti come colore, materiali e layout. Un elemento essenziale di un ambiente di lavoro che assicura il tuo benessere è l’illuminazione.

Per garantire che la luce nel tuo spazio di lavoro sia benefica per prestazioni ottimali, è importante trovare un equilibrio tra due tipi di luce: artificiale e naturale. È noto che la luce artificiale migliora le prestazioni aumentando la concentrazione e la vigilanza. Tuttavia, può creare anche effetti meno piacevoli, come l’affaticamento degli occhi e la diminuzione della produzione di melatonina la sera.

La luce naturale, d’altra parte, si è dimostrata la più vantaggiosa per i dipendenti, poiché i risultati della ricerca suggeriscono che migliora le prestazioni riducendo lo stress e aumentando la soddisfazione durante il lavoro. Tuttavia, poiché ci stiamo avvicinando alla fine dell’anno, la quantità di luce naturale di cui beneficiamo durante una giornata lavorativa diminuisce di giorno in giorno.

Poiché il tasso di infezioni da COVID-19 rimane elevato e ci adattiamo nuovamente a trascorrere ancora più tempo in ambienti chiusi, potresti chiederti in che modo ciò potrebbe influire sul tuo benessere e se potrebbe riflettersi sulle tue prestazioni lavorative.

Ecco cosa puoi fare per migliorare la tua illuminazione a casa
Se ti trovi a chiederti come trarre il meglio da una situazione difficile, è probabile che tu voglia dare un’occhiata ai cinque suggerimenti che proponiamo per migliorare la tua luce naturale e artificiale mentre lavori da casa.

Cambia la disposizione dei tuoi mobili

L’aspetto più importante da considerare quando si organizza il layout del proprio spazio di lavoro è l’equilibrio tra la luce naturale e le ombre che crea. Puoi assicurarti che la posizione dei tuoi mobili faciliti l’appartenenza di quanta più luce naturale possibile nella stanza e i mobili possono essere di grande aiuto per questo. I mobili alti dovrebbero essere posizionati lontano dalla finestra, in modo da non ostruire la luce.

Potresti posizionare la tua scrivania vicino alla finestra, dove è garantita la luce più naturale. Per evitare l’effetto di abbagliamento sullo schermo del computer nelle ore particolarmente soleggiate, è possibile posizionare la scrivania perpendicolare alla finestra.

Sfrutta al massimo la luce naturale disponibile

Il modo migliore per creare l’illusione di uno spazio più illuminato è avere il maggior numero possibile di elementi che riflettono la luce nella stanza. Questo può essere fatto scegliendo colori vivaci per pareti e mobili, come il bianco o il giallo chiaro, ma anche scegliendo materiali e trame che non siano opachi, ma lucidi. Inoltre, l’aggiunta di un grande specchio può avere un grande impatto sul cambiamento della sensazione della stanza. L’obiettivo è applicare questi suggerimenti in modo specifico sui muri e sulle aree in cui è più probabile che la luce naturale cada.

Finestre che facilitano la luce

Le finestre possono essere di grande aiuto anche quando si cerca di aumentare la luce disponibile in una stanza. Poiché hanno un impatto diretto sulla quantità di luce che entra nel tuo spazio di lavoro, potresti prendere in considerazione la sostituzione delle finestre e optare per quelle più grandi con cornici più sottili. Inoltre, posizionare lo spazio di lavoro in una stanza con le finestre orientate verso est è utile per aumentare la produttività nelle prime ore della giornata. Se preferisci lavorare nel pomeriggio, potresti invece considerare di affrontare il lato ovest.

Bilanciamento della luce naturale e artificiale

Durante l’estate a volte siamo svegliati dal sole nelle prime ore del mattino. Man mano che ci avviciniamo all’inverno, diventa più raro e, quasi tutti i giorni, è difficile ottenere molta luce. Poiché un buon inizio di giornata è spesso essenziale per impostare il tono per il resto, un consiglio utile è quello di accendere le luci al risveglio. A causa dei suoi effetti sull’aumento della vigilanza, la luce artificiale può avere un impatto significativo quando si tratta di metterti nel giusto stato d’animo per avere una giornata produttiva.

A seconda della quantità di luce naturale disponibile, puoi anche scegliere di combinare i due durante il giorno per ottenere effetti ottimali.

Bilanciamento di due tipi di luce artificiale

Poiché i toni di luce caldi e freddi influenzano i nostri stati d’animo in modi diversi, è importante investire in entrambi e considerare la distinzione tra loro quando si programma una giornata di lavoro. Potresti voler usare solo toni freddi, come il blu, in momenti specifici della giornata che richiedono una grande concentrazione, in modo da evitare di lavorare troppo.

Per garantire un buon ritmo del sonno, potresti anche voler utilizzare un colore caldo per illuminare la tua casa la sera, come il giallo.

La luce è un fattore chiave

Lavorare da casa durante l’inverno può essere difficile e le nostre capacità di adattarci a nuovi ambienti possono essere testate, sia in termini di mantenimento del nostro benessere che di una buona prestazione sul lavoro. La luce ha dimostrato di essere un fattore chiave di uno spazio di lavoro che facilita entrambi. Per questo motivo, sapere come espandere i benefici della luce naturale e come incorporare la luce artificiale è essenziale