Manutenzione ascensori, quali sono le attività da svolgere periodicamente ascensore

Manutenzione ascensori, quali sono le attività da svolgere periodicamente

Sia che si tratti di un ascensore posto in un condominio che in un altro edificio, l’attività di manutenzione è sempre fondamentale. Ogni tipo di controllo deve essere svolto con cadenza periodica e deve essere sempre riportato con cura all’interno del libretto d’impianto oppure su specifiche certificazioni.

La manutenzione ascensori Brescia, così come in ogni altra città della Lombardia e della penisola italiana, deve avvenire sempre affidandosi a personale specializzato. Solamente gli addetti ai lavori, infatti, hanno la competenza necessaria per poter provvedere in modo professionale e impeccabile alle varie attività legate alla manutenzione degli ascensori, sia ordinaria che straordinaria.

La periodicità da rispettare

Sono essenzialmente due le modalità secondo cui la ditta abilitata svolge le operazioni di manutenzione e corrispondono all’attività preventiva e all’attività che mira a testare la qualità e l’efficienza del singolo impianto. La manutenzione di carattere preventivo ha come scopo principale quello di comprendere se l’impianto e le sue parti più importanti funzionino in modo corretto.

Al tempo stesso, l’attività di manutenzione preventiva dovrà concentrarsi sull’analisi delle porte che sono poste ai vari piani, così come dello stato delle serrature, l’usura che riportano le funi, la lubrificazione e la pulizia delle varie componenti che fanno parte di tutto l’impianto dell’ascensore. Per tale tipo di attività, la legge non stabilisce una periodicità ben delineata: in poche parole, va adeguata a quelle che sono le necessità di ciascun singolo impianto.

La ditta abilitata a svolgere questo tipo di attività deve effettuare la manutenzione ordinaria ogni sei mesi. Questa seconda attività, invece, comprende tutte quelle verifiche per valutare il grado di efficienza e lo stato di usura dell’ascensore e delle sue componenti. Da questi dati si ricava anche il grado di sicurezza di chi lo utilizza ogni giorno.

Perché è importante la scelta della ditta a cui affidare la manutenzione

In tal senso, si può comprendere molto meglio quanto sia fondamentale affidarsi ad un’azienda competente e d’esperienza, visto che è quest’ultima che deve stabilire se i dati tecnici dell’impianto portino a pensare che l’efficienza dello stesso sia ad un livello sufficiente per garantire un funzionamento corretto.

Al tempo stesso, la ditta dovrà effettuare anche la stesura di una pianificazione di manutenzione, in cui avrà il compito di segnare il quantitativo corretto di visite di manutenzione preventiva che serviranno per fare in modo che l’impianto funzioni sempre correttamente e che la sicurezza delle persone che usano l’ascensore non venga mai meno.

Un altro compito che verte sulle spalle della ditta che, per contratto, si deve occupare della manutenzione, dovrà garantire anche le riparazioni tempestive nel caso in cui dovessero verificarsi dei guasti. Stesso discorso qualora ci fosse la necessità di provvedere al ricambio di determinate parti dell’ascensore che non funzionano più o che, in ogni caso, hanno raggiunto uno stato di conservazione non più affidabile.

In impianti del genere, ogni tipo di intervento in autonomia è sconsigliato. Solamente chi ha le competenze e le certificazioni per poter effettivamente svolgere tali operazioni dovrà mettere le mani sulle varie componenti dell’ascensore. Ne va della sicurezza delle persone, perché ripararlo da soli può causare incidenti e conseguenze ancora più gravi.

In alcuni casi, però, il proprietario dell’ascensore piuttosto che l’amministratore di un condominio può anche scegliere una strada diversa. Ovvero, quella di affidare le attività di manutenzione ordinaria ad una ditta e quelle di manutenzione straordinaria ad un’altra società ancora più qualificata e competente per certe operazioni urgenti e delicate. Se così fosse, la terza società che si occupa della manutenzione straordinaria e delle riparazioni più complicate, avrà il compito anche di procedere ad un controllo e ad una valutazione complessiva sullo stato di conservazione non solo dell’intero impianto, ma anche di ogni sua componente principale.