Guida alla scelta del pavimento per bagni

Guida alla scelta del pavimento per bagni

La grande pavimentazione è la chiave per un bagno ben progettato e immacolato . La scelta di un materiale che possa far fronte a umidità, fuoriuscite di acqua e cambiamenti di temperatura è la parte ovvia. Ma per quanto riguarda la struttura corretta, la facilità di montaggio e la manutenzione a lungo termine?

I pavimenti piastrellati

I pavimenti piastrellati sono la scelta definitiva per i bagni. Le piastrelle belle e igieniche, naturali e artificiali funzionano bene se esposte all’umidità e al calore e, se posate correttamente, dovrebbero durare a lungo.

Scegliere marmo e travertino se si desidera un’opzione naturale, ma scegliere varietà lucidate, in quanto entrambi questi materiali sono naturalmente porosi. Le piastrelle in quarzo sono un’ottima scelta artificiale per i bagni e in genere hanno una finitura molto lucida; la porcellana e la ceramica non possono andare anche nelle opzioni sbagliate.

Evitare invece il granito, che può rompersi. È importante scegliere piastrelle di grandi dimensioni per completare una stanza grande, contemporanea o in stile industriale. Le piastrelle più piccole sono perfette per un look vintage in un bagno più compatto. Colori audaci o monocromi nei disegni grafici sono un aspetto popolare, così come le piastrelle effetto legno in un layout di parquet.

L’installazione di piastrelle è un lavoro che anche i principianti in fai-da-te possono affrontare. Basta iniziare semplicemente trovando il centro della stanza e disporre le prime quattro tessere con distanziali attorno a quel punto. Quindi, mettere alcune tessere in più in ogni direzione per assicurarsi di non finire con nessuna scomoda e sottile scheggia di piastrelle ai bordi della stanza. Fatto ciò, è possibile applicare l’adesivo in piccole sezioni per evitare che si secchi.

Per la pulizia di pavimenti piastrellati, basta aspirare o spazzare prima della pulizia a umido per evitare graffi. Inoltre utilizzare acqua tiepida e detergente neutro (solo acqua su pietra naturale).

Parquet in rovere vintage consumato

I pavimenti in legno daranno al nostro bagno un aspetto e un’aria naturalmente chic, e forniranno un calore che le piastrelle non saranno in grado di offrire.

Scegliere tuttavia legno ingegnerizzato, entrambi con uno strato superiore resistente, adatto per sopportare le fluttuazioni di umidità e temperatura. Verificare con il proprio fornitore per assicurarsi che la scelta sia appropriata per un bagno. Evitare invece il legno massello, che si deformerà rapidamente da tutta l’umidità.

Teniamo poi a mente che ipavimenti in legno saranno fantastici in un bagno d’epoca. Scegliere pertantoun pavimento in parquet per il look più elegante.

La maggior parte delle gamme ora vengono come un pavimento galleggiante con un sistema click-lock, in modo che i DIYers competenti siano in grado di installare da soli questo tipo di pavimentazione. Tuttavia, se il nostro bagno è di una forma scomoda o lo stiamo ponendo attorno ai raccordi esistenti, considerare l’assunzione di un professionista.

Per la pulizia, una volta posato, il legno ingegnerizzato deve essere trattato come un pavimento in legno massiccio e spazzato regolarmente o aspirato con una spazzola. Raccogliere immediatamente eventuali fuoriuscite. Pulire i pavimenti in legno con una scopa umida ma non saturare la superficie o lasciarla bagnare eccessivamente.

La pavimentazione in laminato

La pavimentazione in laminato, una volta considerata un’alternativa economica e di qualità inferiore alla pavimentazione in legno, si è evoluta in un’opzione economica, duratura e versatile adatta a qualsiasi area della casa, compreso il bagno.

Scegliere  un laminato in fibra di legno resistente all’umidità e all’umidità, in grado di resistere a spruzzi e schizzi. Evitare invece progetti con un nucleo di truciolato incline all’espansione.

Per un effetto legno, scegliere la finitura più realistica che puoi trovare, completa di bordi e nodi smussati. Bordi e dettagli smussati simili saranno evidenti anche nei migliori laminati effetto piastrelle.

È possibile posare il laminato come un lavoro fai-da-te, ma se il nostro bagno è di una forma scomoda o se lo stiamo posando su accessori esistenti, considerare l’assunzione di un professionista. Assicurarsi che il proprio laminato abbia un’anima impermeabile e sia correttamente posato e sigillato per prevenire la decomposizione e la muffa. Investire nel sottofondo consigliato per prevenire danni futuri e usura irregolare.

Pulirlo è semplice. Basta spazzare le piccole particelle e i detriti con una spazzola morbida, quindi asciugare e versare immediatamente. Non lasciare mai un pavimento laminato fradicio.

Vinile e altri materiali alternativi

Nuovi processi tecnologici e di stampa fanno sì che la pavimentazione alternativa può ora competere per aspetto e la qualità con altri tipi di pavimenti. Ivi compresi i materiali naturali, come il legno massello , pietra reale e piastrelle in ceramica e porcellana . Anche le opzioni di pavimentazione alternative come il vinile e la gomma hanno un chiaro vantaggio: sono molto convenienti.

Scegliere vinile e gomma. Isolanti per calore e suono e morbidi sotto i piedi, questi materiali sono disponibili in una gamma di finiture strutturate e sono antiscivolo. Evitare invece il cuoio che non sarà in grado di sopportare gli alti livelli di umidità.

Con l’ampia gamma di colori, motivi e finiture, vinile e gomma sono perfetti per creare un look più moderno e contemporaneo. Si consiglia di evitare questi materiali in un bagno d’epoca.

Per il montaggio di pavimentazioni alternative, ci sono alcuni prodotti che richiedono adesivi per l’installazione. Mentre altri sono dotati di un supporto adesivo a strappo o si incastrano come lastre di laminato. Se stiamo per deporre tu stesso questo tipo di pavimento, scegliere piastrelle o tavole. Invece se stiamo mettendo un foglio singolo in una stanza grande, allora un taglio sbagliato può essere un errore costoso, ed è meglio lasciarlo a un professionista.

Per pulirlo basta usare una scopa, acqua tiepida e un detergente delicato. Evitare qualsiasi cosa abrasiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *