Diamo così un tocco vintage alla cucina

Diamo così un tocco vintage alla cucina

Ogni epoca vintage porta con sé uno stile unico; gli anni ’20 furono un periodo di semplicità e funzionalità; gli anni ’50 del dopoguerra usavano graziosi pastelli e tecnologia innovativa; e gli anni ’70 introdussero colori e design sorprendentemente audaci.

In questa guida, guarderemo indietro ad alcune delle tendenze più amate degli ultimi 100 anni che puoi implementare nella tua cucina – pur mantenendo la comodità e l’affidabilità della cucina moderna, ovviamente!

Semplicemente britannico: design della cucina degli anni ’20

Mentre i ruggenti anni Venti possono essere ricordati meglio come l’era dell’Art Deco e della decadenza alla moda, le cucine dell’epoca erano più semplicistiche. Per la famiglia britannica media, la cucina era la principale sala comune della casa, il che significava che doveva fornire molto spazio per socializzare, nonché praticità per cucinare.

Coloro che cercano di influenzare questa epoca dovrebbero puntare a creare un design semplice e snello che si concentri sulla gioia di cucinare come parte del tempo della famiglia.

Le unità in legno con design shaker o inserto sono un must, con crema o bianco come le migliori tonalità di tendenza di scelta. I piani di lavoro dovrebbero anche essere in legno, con quercia o noce come opzione tradizionale.

Le dispense erano un alimento base della cucina degli anni ’20, quindi considera di installarne una anche nella tua cucina.

Un grande lavandino in ceramica è un must assoluto per una cucina di questa era – spazioso e pratico, lo stile è resistente, oltre ad essere in linea con il design della cucina in generale. Si consiglia un fornello per mantenere coerente l’aspetto della cucina, poiché questi elettrodomestici hanno mantenuto un design tradizionale nel corso degli anni.

Gli accessori dovrebbero essere semplici e pratici. Un bollitore da cucina in rame o acciaio inossidabile è un tocco sottile che aiuta a mantenere la tendenza. Anche le pentole a fondo pesante sono in linea con il design, mentre le stoviglie dovrebbero essere semplici ed eleganti.

Una lavagna, per tenere traccia degli ingredienti necessari o delle attività della giornata, è un tocco classico per completare la cucina, mentre i fiori di campo e le erbe coltivate in casa dovrebbero sedersi sul davanzale della finestra.

Sogno americana: design della cucina degli anni ’50

Americana degli anni ’50 è meglio ricordata per il suo design sorprendente e audace, che si vede meglio attraverso la pubblicità e il marchio del tempo. Le cucine erano altrettanto accattivanti, con unità colorate, contatori ed elettrodomestici – molto diversi dal design prebellico di semplicità e funzionalità.

Per ricreare questo look, considera le unità colorate in una finitura lucida o opaca. Il quarzo blu e il blu Cina sono particolarmente lusinghieri, come un sottile cenno alla tendenza senza travolgere la stanza. Questi colori possono essere applicati a tutte le unità oppure a un’isola cucina per creare una dichiarazione.

I piani di lavoro dovrebbero essere luminosi e lucidi; Il quarzo di ghiaccio Aspen creerà un effetto sorprendente, mentre il ghiaccio champagne nello stesso materiale contribuirà a un coerente effetto pastello in tutta la stanza.

Scegli gli elettrodomestici da cucina nei toni del pastello per aiutare a mantenere la stanza costantemente alla moda. Lo stile degli anni ’50 si concentrava anche sulla tecnologia moderna e futuristica, quindi l’aggiunta di cucine, microonde e frigoriferi contemporanei e tecnologicamente avanzati si adatta alla stanza.

Decorazioni e accessori sono un modo semplice per portare in primo piano il tema. I poster retrò per marchi come Coca Cola sono iconici e immediatamente riconoscibili; gli elettrodomestici da cucina pastello sono anche un ritorno al passato divertente, soprattutto se esposti con fruste elettriche, miscelatori autonomi e attrezzature da forno.

Funky retro: idee per la cucina degli anni ’70

Forse uno dei look più iconici del 20 ° secolo è lo stile di design degli interni degli anni ’70. Colori intensi possono essere trovati in tutte le case di questa era, specialmente in cucina.

Per ricreare questo look con un tocco moderno, prendere ispirazione dalla tavolozza dei colori del tempo su piani di lavoro e unità. Le unità in legno o lucido in giallo Cina sono un sottile cenno del decennio, con piani di lavoro in noce americano che incorporano i marroni profondi della tendenza.

In alternativa, mantieni la maggior parte della luce della stanza con unità bianche o crema e fai una dichiarazione con un’isola da cucina color corvo o cioccolato.

Piastrellatura

La piastrellatura è un must per ricreare questo stile. Scegli un design sorprendente che influenza i design psichedelici dell’epoca, con sfumature di crema, giallo e marrone o, per un’interpretazione moderna, in bianco e nero monocromatico. Sembrano migliori se usati minimamente, idealmente come parete divisoria dietro l’area principale di preparazione e cottura, come intorno al forno e al piano cottura.

Come per la maggior parte dei design vintage, i fornelli da cucina sono più adatti a una cucina a tema anni ’70, idealmente in una tonalità di crema o giallo tenue. Il design dell’illuminazione era altrettanto audace di tutto il resto dell’epoca, quindi scegli le tonalità basse della cupola sospese, posizionate al centro della stanza.

Gli accessori sono la migliore strada per aggiungere il tocco retrò finale alla stanza. Vasetti e stoviglie luminosi e colorati sono grandi aggiunte, mentre gli accessori in vetro come una caffettiera, una teiera e pentole e padelle sono di tendenza.

I tocchi vintage in tutta la cucina, sia attraverso le unità e i piani di lavoro, sia gli accessori e gli elettrodomestici, possono rendere la stanza calda e accogliente. Il design della cucina degli anni ’20, ’50 e ’70 è ancora oggi iconico e può essere facilmente raggiunto utilizzando comfort e prodotti moderni, creando la perfetta cucina vintage – senza la seccatura all’antica