Come scegliere la cucina

Come scegliere la cucina

La cucina come il salotto , è un angolo della casa che viene vissuto tantissimo e deve essere, prima di tutto, comodo, pratico e funzionale. In secondo luogo bisogna badare ovviamente all’estetica, in modo che sia in linea con lo stile che avete scelto per la casa e che possa trovare riscontro nei vostri gusti personali. Per questo motivo dovete in primo luogo sceglierla voi e non lasciarvi consigliare da nessuno, perché si tratta di un luogo che resterà invariato per tantissimo tempo e quindi deve piacervi per evitare di prenderlo in antipatia. Ma come scegliere la cucina per la casa?

Idee e consigli per scegliere la cucina

Non esiste una cucina perfetta per tutti, ma esiste la cucina giusta per lo spazio che avete a disposizione e per le vostre esigenze. Infatti, la cucina di un single non sarà mai uguale a quella di una famiglia numerosa, come del resto saranno molto diverse le cucine di un bilocale e quelle di un appartamento spazioso o di una villa. Valutate quindi prima di tutto la posizione che volete occupare con la cucina e lo spazio che potete utilizzare per arredarla. Dopo di che prendetevi il giusto tempo per trovare la cucina che più vi piace, non accontentatevi delle prime soluzioni che trovate perché in giro troverete tantissimi modelli a qualsiasi prezzo.

Scegliere una cucina componibile, ad esempio, è un’ottima idea per occupare poco spazio e avere una zona estremamente funzionale. Molte cucine di questo genere hanno incorporati anche i principali elettrodomestici, come frigo e lavastoviglie, di modo che avrete tutto a portata di mano anche se non avete molti metri quadri a disposizione. Non dimenticate però che un buon banco da lavoro, abbastanza lungo, vi permetterà di preparare le vostre pietanze molto più comodamente e di appoggiare comodamente frullatori, impastatrici, centrifughe e altri piccoli elettrodomestici che sono tanto utili e veloci.

Non ci sono linee generali da seguire nella scelta della cucina per la casa per quanto riguarda lo stile e i colori, parametri del tutto soggettivi. Ovviamente, vi consigliamo di non esagerare con i miscugli per evitare di creare un effetto sgradevole, da cosiddetto “pugno nell’occhio”. Quindi se la sala da pranzo, o comunque l’arredo in generale, è in stile moderno, una cucina in stile shabby chic o provenzale è decisamente fuori luogo. Se avete scelto materiali di ultima generazione, laminati o laccati, in cui l’acciaio la fa da padrone insieme ai colori brillanti, aggiungere un tavolo e delle sedie in legno massiccio è davvero una pessima idea.

Quello che più di tutto bisogna pensare prima di scegliere la cucina  è a quando la vivrete tutti i giorni. Le cucine enormi, con ampie penisole, innumerevoli fornelli, possono risultare dispersive nel quotidiano ed essere davvero usate per quello che sono solo in occasione del pranzo di Natale. D’altro canto, affollare un piccolo spazio con tantissime cose non indispensabili, rende l’ambiente scomodo e angusto e, a lungo andare, arriverete ad odiarlo e ad inciampare ovunque.

Altri piccoli aspetti da tenere in considerazione sono il numero di lavelli e il tipo di elettrodomestici. Se lo spazio è poco si tende a prediligere un solo lavello, ma va preso in considerazione il fatto che due siano molto più comodi per lavare e per contenere le stoviglie sporche. Poi va valutato se inserire o meno una lavastoviglie. Lo spazio che occupa non è poco e al suo posto può essere utile avere un’altro mobiletto per le pentole o le provviste, ma se pensate di usarla vi renderà la vita molto più semplice e vi farà risparmiare tantissimo tempo. Il forno è indispensabile, anche se pensate di non usarlo, è meglio averlo per poter cucinare ogni tanto qualcosa di diverso, anche solo una bella torta o dei cannelloni una volta all’anno. Per il frigo è bene prendere uno di quelli di ultima generazione che fanno risparmiare non poco sulla bolletta elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *