Come arredare gli spazi piccoli

Come arredare gli spazi piccoli

Decidere di andate via da casa e trasferirsi in un piccolo appartamento è una cosa bella, ma crea al contempo ogni qualsivoglia sorta di sfida.

Innanzitutto, c’è da pensare alla planimetria: con le stanze piccole arrivano problemi come lo stoccaggio e dove mettere il letto. Poi c’è il mobilio: si adatterà alle scale o avremo bisogno di una cassetta degli attrezzi e di una laurea in ingegneria per metterlo insieme?

In mancanza di una dispensa…

Non c’è spazio per una dispensa? Nessun problema! Basta attrezzare un sistema di scaffalature utilitarie con cestini traspiranti che possono contenere tutto, dai vari tipi di prodotti alle borse ingombranti di prodotti secchi come farina e zucchero.

Per una versatilità ancora maggiore, si può provare l’uso di un carrello porta-cestelli che abbia anche delle rotelle. In questo modo esso potrà essere arrotolato nel momento in cui non risulta in uso.

Inoltre, per uno spazio minuto, si addice sempre più una tavolozza di colori prevalentemente neutra piuttosto che vivace Questa infatti generalmente rende meno scorrevole il flusso di una casa.

Cosa pensano i designer

Per fortuna, i designer, i rivenditori e gli addetti ai servizi di progettazione hanno le risposte giuste. I siti web sono infatti in grado di fornire le planimetrie accurate e i più importanti suggerimenti di decorazioni utili. I mobili sapientemente progettati vengono ridimensionati per dargli delle impronte più piccole e possono arrivare alla porta in formati così facili da assemblare o con il servizio di assemblaggio come parte del pacchetto.

Molti atelier d’arredo infatti, sottopongono il cliente ad una sorta di questionario completo per individuare le nostre preferenze di stile. In alcuni casi si può anche scegliere chiedendo di guardare le foto degli spazi preferiti.

I più importanti interior designer, di tutto il mondo, affermano che un modo per affrontare i salotti impegnativi, lunghi ma poco profondi, e piccoli, così comuni in città si nasconde nella scelta di tutti i mobili salvaspazio.

Bisogna pertanto cercare sempre pezzi d’arredo più stretti come tavoli consolle invece di credenze profonde, e invece di un tavolino da caffè, si devono acquistare i tavolini per entrambi i lati del divano.

Altro consiglio? I pezzi a doppio uso sono fantastici: i tavoli laterali possono raddoppiare quando gli ospiti arrivano, una consolle che funge anche da scrivania, ecc. Gli appliques a muro eliminano la necessità di ulteriori tavolini laterali e non richiedono alcun cablaggio.

A molti esperti di arredo piacciono anche i televisori a parete. Dunque possiamo installare il decoder verticalmente intagliato dietro al televisore, per evitare di acquistare un mobile sotto il televisore.

Gestire spazi senza difficoltà

I piccoli spazi sono difficili da gestire per tutti quegli appartamenti che hanno poco da offrire. Quando vogliamo un piccolo spazio per sentirci più grande, basta giocare con la scala dei colori e optare per una nuance monocromatica. L’occhio è meno “distratto” e lo spazio sembra privo di cuciture.

I pezzi della metà del secolo, quindi vintage e retrò, funzionano bene in spazi ristretti perché la loro scala è più minuta. Anche questa potrebbe essere una furba escamotage, in fondo lo stile vintage oggi è tornato di moda. Non a caso, i più romantici credono che il vivere in piccoli appartamenti significa trovare un equilibrio tra funzione e stile.

La leggerezza dell’atmosfera

Chi arreda una casa piccina dovrebbe prendere in considerazione i pezzi che contribuiscono a creare un’atmosfera visiva leggera e ariosa, oltre a opzioni che massimizzano lo spazio verticale. Accanto a ciò poi, non si dovrebbe mai esagerare con il colore audace; in particolare se lo spazio a disposizione ha una luce limitata. I colori vivaci possono portare calore ed energia nel nostro ambiente, purché la scelta sia ponderata

Quando ci rechiamo in un atelier d’arredo, dobbiamo pensare una cosa. Non è vero che se la casa è piccola ci si deve accontentare. Anzi dobbiamo concederci il gusto e il lusso di osservare tutti pacchetti di arredi a disposizione sia per la camera da letto che per il soggiorno, a cura di stile, stampa, consistenza e colore.

I negozi hanno infatti a disposizione una vasta gamma di pezzi contemporanei, come divani a misura di appartamento, sedie moderne della metà del secolo, credenze e tavoli di tutte le dimensioni.

La tecnologia a favore dell’arredo per case piccole

Gli sviluppi nel mondo della tecnologia e del progresso in genere hanno rappresentato una grande novità anche nel mondo dell’arredo.

In particolare, questo gran bel vantaggio vale in particolare quando va riempito uno spazio che tanto spazioso non è. Per cui ad esempio, alcune aziende, hanno ideato proposte alternative e salva spazio. Invece dei solito grandi materassi ingombranti che potrebbero non entrare attraverso le porte dell’appartamento, sul mercato si trovano dunque dei funzionali materassi e cuscini che  vengono arrotolati in scatole compatte. Si evita di ingombrare in casa, e sembra che lo spazio appaia più grande di quanto effettivamente sia.

Allo sviluppo delle idee alternative ha contribuito poi anche un nuovo fattore generazionale. Ovvero, è stato osservato che i millennial siano molto meno inclini ad acquistare importanti mobili. Per cui gli atelier preferiscono proporre sul mercato solo pochi pezzi artefatti, a favore invece di quelli di base, facili da assemblare (come  divano, una piattaforma, alcuni tavoli).

I giovani quindi preferiscono scegliere questi nuovi complementi d’arredo che possano avere doppia funzione e che possano essere trasformati all’occorrenza ogni volta che ci serve qualcosa.

In questa circostanza precisa, meglio sempre comunque rivolgersi a dei professionisti locali per farsi suggerire come rendere molto più funzionale lo spazio a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *