Casa: è più sicura se ci lasciamo aiutare dalla tecnologia tecnologia casa

Casa: è più sicura se ci lasciamo aiutare dalla tecnologia

Da sempre la preoccupazione per la sicurezza della casa e di chi la abita è in cima alle preoccupazioni di noi italiani, segno da un lato di grandi preoccupazioni per le notizie di furti e effrazioni che i giornali riportano ogni giorno, dall’altro del legame davvero speciale che abbiamo con il nostro domicilio.

Per questo i sistemi di sicurezza casa sono diventati motivo di discussione anche tra insospettabili: tutti sono a caccia dei migliori sistemi, del sistema definitivo per tenere lontani ladri e malfattori.

Come muoversi in un mondo tanto complesso – soprattutto per i non addetti ai lavori – per scegliere il miglior sistema di sicurezza per la casa? Quali sono i criteri che dobbiamo necessariamente adottare per mantenere la nostra casa sicura? Vediamolo insieme, in una brevissima guida che avrà come obiettivo quello di offrire ai nostri lettori la possibilità di scegliere in autonomia, senza farsi strattonare da rivenditori furbi.

La sicurezza comincia da attenzione e atteggiamento: ecco cosa dice la Polizia

Soltanto una certa parte della sicurezza può essere delegata ai sistemi più tecnologici. Come d’altronde spiegano molto bene la situazione quelli della Polizia di Stato.

C’è bisogno di un atteggiamento sempre attento, che possa appunto evitare di creare pericoli di sicurezza laddove altrimenti non ne esisterebbero.

Possiamo dunque scegliere innanzitutto di seguire quelli che sono i consigli della polizia di stato:

  • Lasciare la casa apparentemente curata: chiedere ad un vicino di togliere la posta e di dare una sistemata agli esterni;
  • Evitare di parlare troppo sui social network: i ladri li seguono per vedere dove colpire, essendo certi ad esempio del fatto che voi siate in vacanza;

La sicurezza passiva è un aspetto estremamente importante, del quale dovremo cercare di diventare maestri per abbassare appunto il rischio che i ladri si presentino nella nostra abitazione.

La tecnologia aiuta molto: meglio investire per tempo

Oltre alla sicurezza passiva, non sempre ovviamente sufficiente, dovremo anche preoccuparci della cosiddetta sicurezza attiva, ovvero di creare ostacoli tra i ladri e la nostra abitazione.

I sistemi di sorveglianza e antifurto sono ovviamente la scelta ideale per chi vuole proteggere al meglio la propria casa.

Non tutti però sono uguali ed è per questo motivo che dovremo conoscere i criteri fondamentali per scegliere davvero i migliori:

  • Tecnologia: deve essere sempre di ultima generazione, perché i ladri non stanno con le mani in mano. Anzi, tendono ad aggiornarsi a ritmi frenetici e diventano competenti nella disattivazione dei sistemi anche complessi;
  • Marca e affidabilità: si devono sempre scegliere dei sistemi che siano in grado appunto di andare ad offrire una certa affidabilità. Risparmiare in questo senso in genere non ha senso. Perché ci porteremmo a casa un sistema che non sarebbe in grado di proteggerci adeguatamente;
  • Installatore: chi fa da sé non fa per tre. Anzi, quando si tratta di sistemi antiurto è il caso di andare a certificarsi del fatto che l’installatore sia un vero professionista. Perché un sistema antifurto non installato correttamente diventa un sistema antifurto completamente inutile.

Con questi criteri possiamo scegliere in assoluta autonomia sul mercato la soluzione per la sorveglianza di casa più utile, più efficace e più resistente. Per proteggere davvero la nostra casa, chi la abita e i valori che custodiamo al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *