Arredare con la luce, consigli per avere atmosfera in casa

Arredare con la luce, consigli per avere atmosfera in casa

Lampade, lampadari in ceramica e altri punti luce collocati nel posto giusto possono cambiare completamente il volto di una stanza: ma come arredare con la luce la zona cucina, camera da letto, salotto e far risaltare elementi decorativi speciali? Ecco alcuni consigli per creare una giusta atmosfera accogliente in casa propria.

Dare atmosfera con i punti luce

L’illuminazione è una componente che no va certo trascurata per creare la giusta atmosfera e rendere vivace e accogliente l’interno di una casa: arredare con la luce è fondamentale, perché una casa mal illuminata, con lampadari in ceramica messi a caso, può risultare un ambiente poco piacevole da essere vissuto. E’ anche vero che scegliere la luce giusta non è facile a causa di diversi fattori. Molto dipende da come è distribuito il locale, dal suo grado di luminosità naturale e dalla funzione che ha quel dato spazio. In sostanza, esistono tre tipi di illuminazione: l’illuminazione diffusa, , gli spot e l’illuminazione scenografica. Nel primo caso, bisogna prevedere una luce diffusa in tutti gli ambienti per avere una visione d’insieme della stanza. Il secondo caso serve per avere luci intense e concentrate allo scopo di illuminare uno o più punti precisi dell’ambiente, e infine, nel terzo caso, luci intense e concentrate per creare forti contrasti e far risaltare specifici dettagli.

Luce differente per ogni ambiente

Ad esempio, qualora si voglia illuminare la zona pranzo, l’ideale è una lampada a sospensione da collocare sopra il tavolo. Essa sarà in grado di diffondere una luce uniforme su una superficie vasta. Nella zona relax, invece,  si punta di solito su una luce non troppo forte visto che questo luogo deve favorire la conversazione e il riposo, magari facendo ricorso a lampade da terra o da appoggio. Diverso il discorso per gli ambienti di lavoro, ovvero la cucina. Il piano deve per forza essere dotato di una illuminazione intensa e priva di ombre, in modo che la preparazione del pranzo o della cena diventi un gioco da ragazzi e non un incubo. Si usano i tradizionali faretti a incasso, ma anche piccole lampade a sospensione, perfette anche per dare luce all’isola della cucina, la quale viene molto trascurata da molti interior designer.

Arredare zona notte con la luce

La zona notte è importante dal punto di vista di punti luce ed illuminazione. Per arredare con la luce questi ambienti, si usano prevalentemente delle lampade o abat-jour da appoggiare sui comodini, in modo da far concentrare la luce solo in un luogo circoscritto. Lo scopo è non disturbare chi sta riposando, visto che questo è l’ambiente del dolce dormire. Invece, la scelta è molto varia e vasta: anche qui si possono usare dei lampadari di ceramica o lampade a sospensione particolari, ma anche lampade da appoggio e applique. Esse non sono scelte per la potenza di illuminazione, bensì per valorizzare l’elemento decorativo principale della stanza. Ma cosa fare per valorizzare le travi di legno o una parete di mattoni a vista? Semplicemente, utilizzare delle uplight, ovvero lampade rivolte verso l’alto allo scopo di arredare con una illuminazione scenografica e creare giochi di luci e ombre di grande effetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *